Ospedale Kalale

FRIENDS AND BIKERS O.N.L.U.S.

Associazione di Volontariato senza scopo di lucro

International Charity Organization

L'ospedale di Kalalé

 

L'ospedale di Kalalé non è molto distante dal villaggio dove è stato forato il 'Pozzo della Vita' ma le condizioni non sempre favorevoli della strada in terra battuta lo rendono difficilmente accessibile da parte dei villaggi più distanti.

Tre medici dell'ospedale sono stati formati in alcune delle più prestigiose strutture sanitarie napoletane, in seguito ad un protocollo di cooperazione internazionale siglato con il consolato del Benin a Napoli; Boniface Kpacha, Medico-Chirurgo e Direttore del Centro di Salute Comunale di Kalalé, ha svolto à il proprio tirocinio al Secondo Policlinico di Napoli, mentre Chapargui Sadyath Dangniré, ostetrica di Stato maggiore, si è formata presso il Presidio Ospedaliero Santa Maria del Loreto Nuovo.

 

In Benin mancano materiali, personale e competenze. Il dottor Boniface Kpacha descrive la sua terra natale:

«A Kalalé vi sono circa 170mila abitanti e 44 villaggi. L’ospedale, il centro medico di salute, ha 30 posti letto. Non c’è un’ambulanza, né ovviamente un reparto di radiologia. L’altro ospedale della zona è difficile da raggiungere perché dista diversi chilometri. A Kalalé non c’è una farmacia: la più vicina dista 150 km».

 

È molto elevata la mortalità infantile in questa zona dell’Africa. Bambini nati prematuramente o malnutriti o che, per l’assenza di medicinali e assistenza, muoiono di malaria. La formazione medica, contribuendo a una formazione pediatrica, è il primo passo per poter migliorare le condizioni di un piccolo ma al contempo grande paese.